Dicono di Pikniq

Un viaggio nella cucina selvatica – dicembre 2016
“Di passaggio per Monza ci siamo imbattuti in questa piccola rosticceria ubicata in un contesto improbabile. Siamo stati accolti con gentilezza dalla proprietaria che ci ha raccontato ogni portata della nostra degustazione. Ogni piatto nascondeva un sapore particolare e una sua storia. Per noi tutto è stato nuovo e buono. Purtroppo non siamo in grado di riferire gli ingredienti per la loro peculiarità ma tutte le portate sono rigorosamente preparate in casa e con ricette originali. Prezzo totalmente sbagliato, troppo basso per la qualità e la quantità”.

[Lorenzo R. su TripAdvisor]

Un piccolo Eden – dicembre 2016

“Sabato a pranzo, famiglia con due bimbe. Non è un ristorante. È un posto speciale. Appena entrati si è accolti da un’atmosfera di pace e di bello, dai colori e dai profumi unici. E ad accoglierti è soprattutto Eleonora, chiaramente la fatina di questo posto speciale. Eleonora non ti fa leggere un freddo menù: ti porta mille cose diverse da scoprire, e te le racconta. Cose selvatiche, cose magiche, gusti mai provati. Le nostre bimbe hanno mangiato quasi tutto… e questo non succede sempre. Lasagnette divine, e funghi, focacce, polpette…. Davvero un’esperienza unica. I dolci sono pura poesia.
Il prezzo è sbagliato… per tutto questo… è assolutamente troppo poco….

Ciao fatina.
A presto
Melissa & Luna”

[ZFabio su TripAdvisor]

Un viaggio selvatico con una guida d’eccezione – 23 novembre 2016

“Da un anno mi ripromettevo di andare a mangiare da Eleonora, la regina di Pikniq, ma sono riuscita a farlo solo domenica scorsa per il brunch, in compagnia di Daniela. Risultato? Un’esperienza che non ha uguali. Non solo ho mangiato bene, ma ho vissuto un’esperienza ‘sensoriale’ ed ‘intellettuale’ unica. Eleonora ti guida alla scoperta di ingredienti rari e selvatici e di procedimenti che sanno di esperienza, saggezza e passione: mi hanno stupito moltissime pietanze, i cocktails alcohol free a base di cibo selvatico, il pancake di farina di riso con Geum e Opuntia, il pane con farina di ghiande e betulla senza lieviti, la focaccia pugliese lievitata con la mela, i tarallini fucsia, il cacioricotta di mandorle, i dolci, il brownie … e molto altro. E sapete perché da Pikniq ci si torna per forza? Perché vi potete scordare il solito menù, i soliti 4 piatti che ruotano di settimana in settimana e gli ingredienti standardizzati da supermercato e GDO: lì ogni visita sarà un’esperienza unica. E ogni mangiata lasciata, è una mangiata persa. I miei più grandi complimenti. Continua così!”

[BarbaraRiva su TripAdvisor]

Fantastico! – 14 novembre 2016

“Abbiamo preso un coupon che comprendeva cena da asporto dall’antipasto al dolce e siamo rimasti entusiasti. Cibo di ottima qualità, preparato con erbe selvatiche, presentazione dei piatti fantastica con spiegazione di ogni ricetta, grandissima varietà. Torneremo sicuramente e lo consigliamo assolutamente!”

[GliScarcinaC su TripAdvisor]

Un’esperienza molto particolare – 14 novembre 2016

“Piccolo locale non lontano da Villa Reale, che apre un mondo!!!!
La proprietaria Eleonora, un concentrato di energia, prepara da sola tutte la pietanze (dai taralli alle torte!) utilizzando ingredienti molto particolari: erbe selvatiche, farine di alberi, ortaggi dimenticati… c’è persino il vino di fiori!!!
I gusti sono delicati e particolari, mi è piaciuto tutto! Ottima la torta paesana con la liquirizia e le lasagne con trevisana e felci.
Consiglio di fare tanti assaggi sotto la supervisione di Eleonora.”

[Berts64 su TripAdvisor]

Una cantastorie in cucina – 12 novembre 2016

“Conosco il lavoro di Eleonora da più di un anno e finalmente ieri sera una serie di fortunate coincidenze mi ha portata a sedermi alla sua tavola per quella che si e’ rivelata una vera e propria esperienza culturale.
Profumi sconosciuti e sapori mai assaggiati prima. Ingredienti dal più semplice e familiare al più “esotico” e originale che nelle mani sapienti e abili di Eleonora si trasformano in piccoli bocconi perfetti. Una conoscenza enciclopedica in materia di cibo selvatico e metodi di conservazione. Il fatto in casa più estremo, dalla farina di betulla al fruttosio di pera, dal vino di fiori al lievito di buccia di mela. Il tutto servito con un luminoso sorriso e un’appassionata e dettagliata spiegazione di ogni singolo piatto in ogni sua componente e dalla descrizione di tecniche talmente antiche da essere all’avanguardia.
Io davvero non saprei consigliare di meglio.”

[Roberta C su TripAdvisor]

Inaspettato vegano – 11 novembre 2016

“Dai taralli agli antipasti primi e secondi, tutti con un po’ di erbe selvatiche raccolte nei posti più disparati, buonissimo, da provare assolutamente, poi Eleonora simpaticissima!!”

[Alan F su TripAdvisor]

Eccezionale per qualità, gusto e cortesia! – 5 novembre 2016

“Bravissima e gentilissima,, Eleonora, la titolare, prepara tutto da sola con ingredienti di prima qualità.
Sapori eccezionali, anche esotici in alcuni casi.
Ottimo rapporto prezzo / qualità.
Se avesse le consegne a domicilio, potrei vivere della sua cucina.
Brava, brava, brava!”

[Valerio B su TripAdvisor]

Semplicemente MERAVIGLIOSO – 31 ottobre 2016

“Sabato 29 ottobre ho fatto una scoperta ME-RA-VI-GLIO-SA: i sapori del Paradiso esistono anche in Terra e si trovano al Pikniq di Monza!!!
Mangiare le preparazioni di Eleonora è quanto di più vicino alle fiabe si possa immaginare. Tutti i cibi, e anche le bevande, hanno connotazioni uniche, aromi inenarrabili e sapori celestiali.
Nelle mie molteplici esperienze di cuoca vegana vagabonda irrecuperabile -passo molti mesi dell’anno all’estero- non ho mai, SOTTOLINEO MAI, provato nulla di così buono.
Mi sono deliziata con entrée dai sapori di bacche fruttate e potatissalad occhieggianti al grande nord, con lasagne insaporite da aromi selvatici e dalle ultime verdurine stagionali, scrigni di sfoglie salate, verdurine con gratin inimmaginabili, focacce e crackers con farine dai sapori di boschi incantati (ovviamente gluten free) con retrogusti di fiori autunnali, e per finire , l’apoteosi dei dolci! Una foresta nera da cui non avrei mai voluto uscire, strudel di pere tardive caramellate dal sole, millefoglie che lasciavano stupefatti.
C’è solo un unico modo per verificare che io non sia una visionaria: andare a Monza ad incontrare Eleonora, ascoltarla raccontare delle sue infinite conoscenze e godere di questi preziosi regali.”

[orianasurya su TripAdvisor]

Una vera sorpresa! – 4 ottobre 2016

“Mi hanno regalato un’offerta coupon per una cena d’asporto presso questo locale. Ho prenotato il ritiro al telefono con la proprietaria, che si è subito mostrata disponibile a spiegarmi nel dettaglio l’offerta. All’ora convenuta mi sono presentata: il locale è piccolo ma funzionale, pulito e con un piacevole profumo di cibo nell’aria. La proprietaria, gentilissima, mi ha aiutato a scegliere le portate. E’ stato faticoso, perché tutto aveva un aspetto invitante! Ho ritirato: antipasti fissi – insalata di cavolo rosso e mele, insalata di patate svedese; primi piatti – lasagne vegane con sfoglie di carasau e verdure, sfoglia ripiena di yogurt di soia e verdure; secondi – polpette di cicerchie, sformato di verdure selvatiche e tofu; dolci – blondies (brownie al cioccolato bianco) e semifreddo al pistacchio con nutella di pistacchio. Tutto ottimo e preparato con dedizione. Ci tornerò sicuramente, soprattutto perché propongono iniziative interessanti (corsi di cucina e raccolta erbe selvatiche). Brunch la domenica. Wow!!”

[Mariagrazia L su TripAdvisor]