Manifesto di Pikniq

Pikniq è soprattutto azienda agricola, o sarebbe meglio dire è un luogo in cui si ama la terra, la si nutre e si raccoglie ciò che ci dona con rispetto e amore.

💚

Le piante interagiscono perfettamente tra loro, il suolo non è toccato da macchinari o chimica dell’uomo.
Crediamo nella consociazione tra piante, nella rotazione, ma soprattutto nell’osservazione e nell’estrema sostenibilità.

🍀

Le specie vegetali selvatiche sono preponderanti e non vengono estirpate: spesso sono cibo per noi esseri umani e anche per altri esseri viventi. Vogliamo preservare gli ecosistemi e veder ronzare api e bombi, svolazzare farfalle di tutti i colori, sentire il cervo che si avvicina quatto e guardingo di notte e ammirare ramarri, biacchi e gli anfibi quando piove.

🌸

Rispettiamo la Vita prima di ogni altra cosa.

✨

Così, da noi troverai un microhabitat e un microclima diverso in ogni terrazzamento, perché ci troviamo dove inizia la montagna nella Comunità Montana del Piambello, tra il parco Campo dei Fiori e il Parco delle Cinque Vette.

⛰

Ora che è arrivata la primavera, ci sono ciliegi, peri, alberi di prugne e il nostro meleto di mele antiche in fiore; i prati più umidi sono coperti di aglio orsino, gli altri di violette, pratoline, Brassicaceae selvatiche, e tantissime erbe selvatiche che raccogliamo a mano e con cui prepariamo le nostre Wild Box che spediamo in tutta Europa. E con cui realizziamo le nostre ricette, e i nostri trasformati.

🌼

Adesso abbiamo cominciato a impiantare l’orto, e non vogliamo “fregiarci” di alcuna etichetta, perché la natura selvatica è più del biologico, perché la nostra tecnica è l’amore per ciò che facciamo e per la terra. Lavoriamo in cooperazione con tutto ciò che è vivo, e lo facciamo rispettando i tempi, la microstagionalità, l’ambiente e la rete di interconnessioni che lega piante, animali e uomo.

🌱

Non troverai ibridi, impianti di irrigazione, irroratori di spray anomali, ma solo muschi, licheni, fiori spontanei e tanta, tanta biodiversità.

🌷

La vera natura, la vera agricoltura, è selvatica!